lavoro

Il piano di emergenza sul lavoro, chiamato anche PEM, è un mezzo operativo, sintetizzato in un documento che può essere valutato liberamente da tutti i dipendenti, che include tutte le indicazioni che occorrono per affrontare una possibile situazione di emergenza di qualsiasi tipologia essa si presenti.

La redazione del PEM è doverosa, in quanto a stabilire l’obbligo della compilazione del PEM è la Legge e vale per tutte le attività che hanno più di 10 dipendenti, ma a prescindere dagli obblighi è semplice capire quanto questo mezzo sia indispensabile ed essenziale per garantire il massimo livello di sicurezza sul posto di lavoro.

Si indirizza perciò a tutte quelle attività in cui, durante la formazione del DVR ossia la Valutazione dei Rischi si sono manifestati i titoli che rendono fondamentale la realizzazione e la preparazione del piano di emergenza.

Il PEM, ossia il Piano di Emergenza sul Lavoro, è uno dei mezzi che risultano più essenziali e di rilevante importanza che devono essere attuati per quanto riguarda in particolare la prevenzione e la protezione sul posto di lavoro.

PEM – Piano di Emergenza sul Lavoro – Obiettivi

Tra gli obiettivi inclusi nel PEM vi è in particolare quello di diminuire o prevenire il più possibile rischi e pericoli alle persone.

Inoltre prevede quello di lavorare in attività a livello di coordinazione per quanto concerne le operazioni e gli interventi effettuati direttamente dai dipendenti in azienda cercando di fissare gli atteggiamenti che i dipendenti hanno come obiettivo quello di realizzare e mettere in pratica per garantire la propria salute e l’incolumità sia a livello personale sia di tutte le persone presenti nella struttura o delle cose.

Inoltre, tra gli obiettivi previsti dal PEM vi è quello di definire in modo esatto le persone che si trovano all’interno della struttura aziendale e le mansioni che dovranno rivestire durante una situazione di emergenza.

In particolare gli obiettivi presenti nella compilazione del Piano Emergenza sul Lavoro sono numerosi, ad esempio, verranno indicizzate i percorsi di fuga e le vie più veloci e sicure per risultano facili da raggiungere, da qualsiasi posto dell’attività o per di più, verranno rintracciati i dipendenti a cui affidare delle mansioni leader durante la pianificazione delle emergenze, anche a seconda di determinate certificazioni ottenute precedentemente.

Per quanto concerne la compilazione del PEM, di conseguenza, sarà importante raccomandarsi ad un esperto che si occupa nello specifico di Sicurezza sul Lavoro.

Cosa prevede il Piano di Emergenza sul Lavoro?

Il Piano di Emergenza sul Lavoro prevede lo sviluppo di un test preciso e puntuale incentrato su tutte le possibili cause di rischio che si presentano in azienda, precisamente sul posto di lavoro o che potrebbero essere provocate dalle operazioni, dove il Datore di Lavoro deve per obbligo scoprire e azionare delle misure di prevenzione con l’obiettivo di proteggere e tutelare tutti i dipendenti che si trovano in azienda.

Il piano a seconda della situazione potrà essere diverso, nel dettaglio interno o esterno.

Il piano di emergenza sul lavoro esterno si riferisce ad un’eventualità di rischio che possa manifestarsi nella parte esterna del posto di lavoro.

Il piano di emergenza sul lavoro interno invece viene applicato quando si presentano delle possibili situazioni di emergenza in azienda, ossia quelle che potrebbero manifestarsi all’interno dei luoghi di lavoro dove è abituale svolgere le prestazioni lavorative.

In questo piano saranno esaminati tutti i posti in cui si svolgono le attività lavorative ogni giorno.

Successivamente, quando è stata trovata la natura dei posti che potrebbero essere circoscritti dal rischio e di conseguenza dal manifestarsi di una situazione di emergenza, la redazione del piano si spartirà in due categorie ben definibili: ovvero nella prima parte del piano saranno definiti in primo luogo i posti di lavoro, il numero dei dipendenti presenti e le operatività che verranno eseguite.

Nella seconda parte invece verranno definite tutte le misure da adottare e da applicare in casi specifici come quello in cui è prevista un’emergenza durante l’esecuzione delle regolari attività di lavoro.

Procedure di compilazione del PEM

Il PEM è infatti un mezzo operativo tramite il quale sono studiate e organizzate i diversi interventi e le tecniche di sicurezza che bisogna azionare e mettere in pratica durante la conduzione di fughe di gas, incendi, incidenti, ecc.

In determinati casi durante la fase di sopralluogo dovranno essere visualizzate in particolare anche le planimetrie. Il piano prevede anche l’analisi di tutti i meccanismi di sicurezza che sono presenti in azienda, in maniera tale da riuscire a identificare i possibili rischi ed effettuare le modifiche necessarie,in base a questi ultimi e se occorre tracciare le vie di fuga.

L’obiettivo principale del PEM è quello di assicurare la sicurezza di tutte le persone e delle cose sia all’interno sia all’esterno dell’azienda e dei luoghi di lavoro.

Fonte delle informazioni: https://www.gdmsanita.it/piano-emergenza-sul-lavoro-pem-torino.php

Di admin