cameretta

Quando ci si trova davanti alla necessità di arredare la cameretta dei bambini, sono diversi i criteri da considerare per sceglierla in maniera intelligente. Scopriamo i principali nelle prossime righe.

Attenzione alla sicurezza

Parlare di camerette per bambini vuol dire innanzitutto citare l’aspetto della sicurezza. Nel momento in cui si procede all’acquisto, è fondamentale informarsi in merito al livello di qualità dei materiali ed essere certi che gli elementi d’arredo e gli accessori non siano caratterizzati dalla presenza di parti sporgenti o taglienti.

La qualità sopra citata deve riguardare anche le pitture. Da quelle utilizzate per tinteggiare le pareti fino ai colori dei vari mobili, è necessario che tra gli ingredienti non siano presenti composti organici volatili.

Focus sul tempo che passa

Anche se quando si guarda il proprio figlio bambino che gioca e si diverte può essere difficile venire a patti con la cosa, i piccoli crescono. Da bambini diventano adolescenti e ragazzi. Alla luce di ciò, quando si progetta la cameretta è opportuno –  se si prevede di rimanere nella stessa cas per lungo tempo – evitare di connotare troppo la stanza dal punto di vista estetico.

Il tempo passa e i gusti cambiano e quella cameretta a tema supereroi amata dal bambino di 6/7 anni può essere poco gradita dal ragazzino di seconda media. Evitare queste situazioni può voler dire, per esempio, scegliere degli adesivi per pareti con i personaggi preferiti dai propri figli in un determinato momento piuttosto che affreschi impegnativi sia dal punto di vista economico, sia quando arriva il momento di cambiare tema alla camera.

L’importanza della scarpiera

A partire dai 2/3 anni di età, i bambini iniziano ad avere esigenze spesso complesse per quanto riguarda le scarpe. Ci sono quelle che utilizzano per andare a scuola, gli stivali da pioggia, le scarpe più eleganti, quelle che vengono tirate fuori in occasione di quel corso sportivo a cui hanno tanto insistito per essere iscritti. In virtù di ciò, quando si progetta la cameretta è necessario fare molta attenzione alle dimensioni della scarpiera.

Il letto con contenitore

La cameretta ha poco spazio? No, problem! In fase di progettazione e di scelta degli elementi d’arredo, si può includere il letto con contenitore. Quest’ultima soluzione ha guadagnato grandi favori negli ultimi anni. Nulla di strano! Dal momento che i contesti abitativi piccoli sono molto diffusi, avere uno spazio in più dove sistemare biancheria da letto o vestiti delle stagioni non in corso è a dir poco congeniale. Per quanto riguarda questi ultimi, il sottovuoto, che può essere realizzato senza problemi con l’aiuto dell’aspirapolvere, gioca un ruolo essenziale.

Spazio di studio vs spazio dedicato allo svago

Nel momento in cui si progetta la cameretta per un bambino in età scolare, è cruciale creare una divisione spaziale netta tra l’area dedicata allo studio e quella deputata allo svago. Si tratta di un aspetto di grande importanza grazie al quale, nel corso del tempo, si aiuta il bambino a interiorizzare la distinzione tra i vari momenti della giornata, vivendo il primo con la giusta concentrazione e il secondo senza pensieri ansiogeni.

Il potere della creatività

Avete un bambino piccolo e state progettando i dettagli della sua cameretta? Non trascurate la creatività. Valorizzarla come merita vuol dire scegliere una parete da dedicare… agli sfoghi liberi. Un suggerimento che viene spesso chiamato in causa in questi frangenti è quello della parete lavagna, perfetta anche per quanto riguarda la gestione della pulizia.

Concludiamo rammentando che, quando si ha bisogno di progettare la cameretta dei propri figli a prescindere dall’età, si può ricorrere a comodi programmi gratuiti, utilizzabili agevolmente anche da chi non ha competenze di design. Si possono trovare sui siti di molte aziende di arredamento o su diversi portali indipendenti.

Di admin