asfaltare

Ti sei mai chiesto come viene asfaltata una strada? In questo articolo risponderò alla domanda e ti spiegherò come asfaltare una strada. Puoi anche seguire il link e richiedere ad una ditta specializzata un preventivo per asfaltare la tua strada.

Ma prima partiamo dalle basi, ovvero dalla materia prima: l’asfalto.

Asfaltare una strada? Sì, ma come? Facciamo l’asfalto


L’asfalto ha la caratteristica di essere molto resistente e allo stesso tempo non ha bisogno di troppa manutenzione. Ciò che risulta importante è però il processo di creazione dell’asfalto stesso, che deve essere costituito da determinati materiali e preparato con gli attrezzi giusti.

Principalmente è composto da elementi trovabili in natura come pietrisco e sabbia. In aggiunta si conta un filler ed un legante. Gli asfalti di nuova generazione aggiungono anche resine sintetiche e polimeri, ed oggi si possono mescolare insieme a bitume ed inerti delle sostanze liquide o solide che conferiscono precise caratteristiche all’asfalto. Perché fare una cosa del genere? Per ridurre i tempi di lavorazione, ottimizzare i costi e avere un asfalto addirittura migliore.

Esistono anche altri tipi di asfalto, quelli di invenzione più recente, che aggiungendo additivi chimici permettono di riciclare quei materiali che prima erano considerati di scarto. A seconda dei casi, quindi, non è sempre obbligatorio rimuovere il tappeto già esistente, ma è possibile ricoprirne la strada con questi additivi.

Ora che sappiamo come creare l’asfalto, siamo pronti per andare sul campo e asfaltare la nostra strada.

Prepara la strada all’asfalto


Prima di passare l’asfalto sulla strada, ci sono delle accortezze da avere e che è sempre meglio rispettare.

Primo fra tutti ricorda: se la strada da asfaltare ha già una vecchia pavimentazione, devi eliminare quest’ultima prima di intervenire con il nuovo asfalto. Se presenta danni o la pavimentazione non è stabile, è importante frantumare la pavimentazione stessa e smaltirne gli scarti. Ecco ciò che ti serve per questa operazione:

  • Occhiali di sicurezza
  • Maschera per la polvere
  • Guanti specifici
  • Stivali antinfortunistici
  • Braccia e gambe coperte


Per frantumare la vecchia pavimentazione è necessario l’utilizzo di un martello pneumatico. Utilizza anche una protezione per le orecchie, si sa quanto possa essere rumorosa questa operazione. Ciò che rimane, i detriti, vanno poi raccolti in appositi contenitori e smaltiti.

Il secondo passaggio dopo la frantumazione è la livellatura della pendenza del terreno. Con questo passaggio si eviterà che la strada si sollevi o collassi su se stessa.

Terzo passaggio, ma non meno importante dei primi due è la compattazione del terreno. Per farlo sarà utile l’utilizzo di uno schiacciasassi a doppio rullo. Dopo questa manovra andrà steso uno strato di pietrisco, per rendere la strada affine al drenaggio dell’acqua, che infine sarà compattato.
Dopo questa operazione dovrai aspettare una settimana circa per dare tempo al terreno di stabilizzarsi.

Una settimana dopo, sei pronto per l’asfaltatura vera e propria. Vediamo come.

Tempo di asfaltare


Sei pronto per gli ultimi passaggi: compattazione dell’asfalto e la sua stesura.
Ciò che ti servirà per la compattazione dell’asfalto sarà un costipatore a piastra vibrante, o piastra vibrante, per ottenere un risultato duraturo nel tempo e sicuramente di livello professionale. Questo attrezzo può essere utile anche per finiture, riparazioni di strade asfaltate e compattazioni di giardini di piccole dimensioni.

L’ultimo processo che ti porterà al termine del tuo lavoro è la stesura dell’asfalto. Attenzione! Questo è uno dei momenti più critici ed importanti per la buona riuscita della nostra strada. Importantissima la scelta del materiale che deve essere deciso sulla base delle tue necessità e per come utilizzerai la strada.

Eccoti un piccolo consiglio: se il tuo piano è quello di asfaltare un vialetto, magari residenziale, scegli un aggregato di piccole dimensioni, questo ti garantirà un risultato migliore, più liscio e sicuramente omogeneo. Se invece hai in programma di utilizzare il tuo asfalto come sostegno al peso di una o più macchine, allora prediligi un aggregato più alto.

Rifiniamo il lavoro


Non dimenticarti i bordi. Se vuoi regalare al tuo lavoro quel tocco di professionalità, allora sappi che vialetti di casa e strade hanno i bordi con una inclinazione di 45°.
Utilizza un sigillante dopo i primi 9 mesi dalla stesura dell’asfalto, renderà il tutto più stabile e professionale.

Hai tutte le informazioni che ti servono per asfaltare la tua strada. Buon lavoro!

Di admin